Home » Grazie a ...

Grazie a ...

I maestri

 

 

Ogni essere è un maestro, ogni essere è un allievo. Dal più insignificante insetto che ti insegna la magia della sopravvivenza nell'arido deserto, al tuo vicino di casa che ride e scherza nonostante i suoi acciacchi da novantenne. Grazie a tutti questi maestri di vita.

Grazie a:
Il Principio Creatore di ogni cosa, per l'Amore che ha infuso nella sua Creazione e senza il quale non vi potrebbe essere Vita nell'Universo.
Tutti gli allievi. Senza di loro non potremmo comprendere le profondita' dello Yoga.
Mia madre MariaTeresa. Per avermi dimostrato il vero valore dell'amicizia. 
Mio padre Sergio. Senza di lui non avremmo intrappreso la via dello Yoga.
I miei genitori per avermi insegnato l'importanza dell'osservazione di tutto ciò che c'è intorno, di imparare dalle piccole cose e  gioire per esse.
Alberto Arcangelo Prinetto, per avermi trasmesso la meraviglia della meditazione.
Marco Panero, per avermi insegnato la "danza del cuore".
Giovanni Reberschak che ci ha mostrato la via per  la diffusione dello Yoga al pubblico.
Swami Anandananda Saraswati per aver indirizzato le nostre famiglie allo Yoga.
Swami Gurupoojananda Saraswati, per il suo Amore e per la sua inesauribile fonte di conoscenza sullo yoga.
Andrea Gherzi, per il suo fondamentale contributo musicale, musicologico, culturale e fraterno.
Nihar Metha, per la sua preziosa didattica e divulgazione delle fonti originali dello Yoga e per il
suo paziente insegnamento della tabla e dei contenuti didatici originali della musica classica indiana.
Carlo DeBortoli per la sua didattica del canto lirico cosi' affine allo Yoga.
Renata Carpignano, per il suo fondamentale sostegno, sempre all'insegna dell'Amore e della solidarieta' umana.
Mariangela Riva, per i suoi preziosi insegnamenti.
Paolo Avanzo, per la sua pazienza e capacita' empatica di trasferire "nada"-conoscenza.
Anna Illario, per la sua naturale capacita' di trasmettere il Thai-Chi.
Vito Griva, per il suo inesauribile entusiasmo nell'insegnamento del pianoforte.
Anna Picco, per aver saputo trasmettere amore per la musica a generazioni di bambini.
Luciano Ratto, per averci trasmesso il significato della fiolosofia di vita dell' "andare per i monti".
Sankarlal Sivasankaran Nair, per i suoi meravigliosi e vigorosi insegnamenti di Kalaripayattu.
Iside Volonghi, per la sua preziosa testimonianaza vivente dell'esistenza del Pranha.
Tutti i nostri maestri universali, per averci mostrato le merviglie del Creato dal lato piu' nascosto e misterioso e allo stesso tempo piu' gioioso.
Hemalayaa, per averci mostrato con i suoi video, la gioia e il divertimento della Bollywood dance.
Sana e Francesca Joytinat per i loropreziosi insegnamenti sui trattamenti ayurvedici e per la disponibilita' di prodotti ayurvedici prodotti dalla famiglia Joytinat.
Massimo Scaglione e la scuola de il "Teatro delle 10" per avermi regalato la magia di poter recitare in teatro.
La compagnia del Teatro Alfa, per aver canalizzato le energie sottili del nostro incontro.
Pandit Shivanth Mishra and Deobrat Mishra per la loro meravigliosa Musica Classica Indiana, fonte di trascendenza mistica.
Luciana Brandino e suo marito, per i preziosi prodotti ayurvedici e per i preziosi consigli sui trattamenti.
Gerardo Manarolo per l'offerta di  possibilita' di una comprensione psichica della musica e di aiuto attraverso la musica.
Lisabeth Gentile per aver intuito le possibilita' di dialogo tra la danza e lo yoga.
Johan Sebastian Bach per aver dato una interpretazione udibile e meravigliosa della espressivita' del Creatore.
Giacomo Lanzetti per aver dato forza alle mie debolezze giovanili e per aver allenato le mie capacita' di relazione nel nome del Divino.
Maria Cristina Minniti per la sua capacita' ayurvedica di curare con Amore.
Vincenzo Zitello per la sua musica ispiratrice e terapeutica.

 Swami Veetamohananda per averci comunicato con coerenza e spirito di servizio la sua visione del Vedanta.
Swami Satyasangananda Saraswati che attraverso il seminario Vijnana Bhairava Tantra ci ha donato il suo darshan e l'iniziazione a Jigyasu Sannyasin.
Swami Viswashakti Saraswati che ci ha donato il suo darshan e ha risvegliato la conoscenza della marma terapia.

Swami Shaktidhara Saraswati per la sua capacita' di comunicare lo Yoga in Italia nel rispetto delle tradizioni della Scuola Satyananda e Italiane.

Swami Arunkiran per la sua capacita' di comunicare con amore e spirito di servizio.
Emil Wendel che ha saputo comunicarci l'importanza dei mudra, del Mahabharata e della Bhagavadgītā, attraverso una cerimonia tantrica con sottile e delicata intelligenza: grazie Guru

Marco Mandrino e Lisa Perfumo per averci dimostrato che lo yoga evolve con la cultura dei popoli e per aver dato le fondamenta alla cattedrale dell'insegnamento dello yoga che stiamo costruendo con gli allievi dei corsi.
Amadio Bianchi per aver intuito l'importanza di far conoscere al pubblico Yoga e Ayurveda in Italia e per essere riuscito ad attuare la sua preziosa idea.
Pandit Pooran Maharaj per la sua sapiente e trasformante didattica delle tabla e per la sua disponibilita' al darshan.
Navanish Prasad per la sua raffinatissima capacita' di insegnare la Medicina Ayurvedica e per il suo notevole contributo alla contestualizzazione della Medicina Ayurvedica in Italia.
Arcangela Cursio e Beatrice Canu per aver dato aiuto concreto al nostro desiderio di insegnamento dello Yoga, e per aver curato e reso concrete meravigliose opportunita' di aggiornamento nell'Ayurveda.

Ramiro Calle, Maria Luisa Jimenez e Maria Sanchez Desarpa per aver compreso e creduto nella efficacia  dei moderni mezzi di comunicazione per trasmettere conoscenza sullo yoga.

Itziar Serrano per essersi prestata ad un approfondimento multimediale sulle tecniche di massaggio.

Carmen Tosto per averci fornito preziose indicazioni sui Taila e per la sua capacità didattica nel trasmettere i principi della Medicina Ayurvedica.

Malini Devi del Gitananda Ashram di Altare (SV) per averci trasmesso con passione alcune  conoscenze sulle tecniche ayurvediche di massaggio della testa.

Ernesto Iannaccone per averci emozionati e stupiti sulle teciche ayurvediche in campo psichiatrico con la sua autorevole sapienza e delicata relazionalita'.

Giorgio Bongiovanni per la sua mediazione viva e universale sulle volonta' di Adonay, Jesus, Myriam e gli Esseri di Luce, e per averci indicato la via!!!

Pier Giorgio Caria per la sua scienza Cristica e per averci aiutato a comprendere la via e averci aperto gli occhi su "cosa sta' capitando".

Swami Yogananda, autentico testimone riconosciuto da Cristo stesso tramite Giorgio Bongiovanni, per i suoi scritti su Gesu' Cristo.

 Rosario Porrovecchio per aver fatto fluire conoscenza e spiritualita' nel giusto modo attraverso Dyana.

Marco Ferrini per aver condiviso conoscenza con il dono della gratuita' e aver trovato un modo efficace di coniugare la conoscenza vedica con la moderna teconologia del webcast portando il mondo delle Upanishad direttamente a casa degli allievi.

Paola Dipietromaria per avere compreso l'importanza della collaborazione tra musica, musicoterapia e Yoga e per sostenere le iniziative del nostro centro. Per aver dato voce, con le sue composizioni, alle profondita' dell'animo umano.

Mario Priore per le sue conoscenze nel campo della agopuntura e per la volontà di comprendere i processi di guarigione dell'uomo.

Katia Cesare per le sue conoscenze nel campo della riflessologia plantare per la volontà di comprendere i processi di guarigione dell'uomo.

 

I maestri - Lo Yoga di Ananda Bhairav

Pensieri

PARACELSO: pensiero olistico
Vi e' nell'uomo un duplice potere attivo: l'uno che agisce invisibilmente, o potere vitale, e l'altro che agisce visibilmente o forza meccanica. Il corpo visibile ha le sue forze naturali, e il corpo invisibile ha le sue forze naturali egualmente; i rimedi di tutte le malattie o lesioni che possono colpire la forma visibile sono contenute nel corpo invisibile... L'orgine delle malattie e' nell'uomo e non fuori di esso; ma le influenze esterne agiscono sull'intimo e fanno sviluppare le malattie... Un medico... dovrebbe conoscere l'uomo nella sua interezza e non solo nella su aforma esterna [...] Se trova malata una parte del corpo, deve cercare le cause che producono tale malattia e non limitarsi a trattare gli effetti esterni.

HERMANN HESSE da "Siddharta"
Ad ogni passo del suo cammino Siddharta imparava qualcosa di nuovo, poiche' il mondo era trasformato e il suo cuore ammaliato. Vedeva il sole sorgere sopra i monti, boscosi e tramontare oltre e lontane spiagge popolate di palme. Di notte vedeva ordinarsi in cielo le stelle e la falce della luna galleggiare come una nave nell'azzuro. Vedeva alberi, stelle, animali, nuvole, arcobaleni, rocce, erbe,fiori, ruscelli e fiumi, vedeva la rugida luccicare nei cespugli al mattino, alti monti azzurri e diafani nella lontananza; gli uccelli cantavano e le api ronzavano, il vento vibbrava argentino nelle risaie. Tutto questo era sempre esistito nei suoi mille aspetti variopiniti, sempre erano sorti il sole e la luna, sempre avevano scrosciato i torrenti e ronzato le  api (...) Bello era il mondo a considerarlo cosi', senza indagine, cosi' semplicemente in una disposizione di spirito infantile. Bella la luna e gli astri, belli il ruscello e le sue sponde, il bosco e la roccia, la capra e il maggiolino. Bello e piacevole andar cosi' per il mondo e sentirsi cosi' bambino, cosi' risvegliato, cosi' aperto alla immediatezza, cosi' fiducioso,
(...) ed egli non l'aveva mi visto, non vi aveva partecipato, Ma cosi' ora vi partecipava e vi apparteneva, luce e ombra attraversavano la sua vita, le stelle e la luna gli attraversavano il cuore.


Swami Anandananda Saraswati

Pensieri - Lo Yoga di Ananda Bhairav

 - Lo Yoga di Ananda Bhairav
Keep the flame of aspiration ever kindled. let your sadhana always be regular, continuos, unbroken and earnest. All growth is gradual. Have unshakable faith. Strive to stay close to the divine centre. Give your whole heart to sadhana. Strive to realize the Divine. This is the purpose of human birth. Strive incessantly to realize it.
Swami Sivananda Saraswati

Tenete la fiamma della aspirazione sempre accesa. Lasciate che il vostro sadhana sia sempre regolare, continuo, ininterrotto e serio. Ogni crescita è graduale. Abbiate fede incrollabile. Sforzatevi di stare vicino al centro divino. Date tutto il cuore al sadhana. Sforzatevi di realizzare il Divino. Questo è lo scopo della nascita umana. Sforzarsi incessantemente per realizzarlo.
Swami Sivananda Saraswati

 - Lo Yoga di Ananda Bhairav
Change your manner of speaking, change your ambitions, your language, your viewpoint. Change your beliefs, change your self-created convinctions, change your thoughts. Only then through the depths of your life, will you be able to see the power of the Self manifesting.
Swami Satyananda Saraswati

Cambiate il vostro modo di parlare, cambiate le vostre ambizioni, la vostra lingua, il vostro punto di vista. Cambiate le vostre convinzioni, modificate la vostra auto-convinzioni, modificate i vostri pensieri. Solo allora attraverso le profondità della vostra vita, sarete in grado di vedere il potere del Sé che si manifesta.
Swami Satyananda Saraswati

Pandit Nihar Mehta and Pandit Pooran Maharaj
Tabla in Europe School of Tabla 


YOGA E MENTE
Lo Yoga porta l'uomo ad un punto dove si può collegare alla coscienza suprema.
Collegarsi alla coscienza suprema è yoga. Da tempo ci siamo concentrati sul corpo fisico ed il superficiale. Questo concetto ha dato vita a tanta sofferenza fisica e mentale. Possiamo non crederci, ma la pura verità è: quando siamo legati a concetti basati sul piano materiale cadiamo vittima del dolore.
Lo yoga è la via per comprendere e trascendere i limiti e le abitudini della mente.
Se la mente è stata abituata a sentire dolore, allora può anche essere addestrata a sperimentare la gioia e la vera felicità.
E 'impossibile essere sereni in questi tempi senza cambiare le abitudini mentali. La mente deve essere trasformato attraverso lo yoga, attraverso i suoi strumenti come mantra e yantra, allora può trasformarsi in energia. Una mente trasformata ci permette di essere liberi dai concetti predefiniti e dall'abitudine al lamentarsi della mente limitata.
Una mente trasformata ci permette di sperimentare uno stato di maggiore e più elevata consapevolezza.

Swami Gurupoojananda Saraswati

Ananda BhairavCorso Monte Cucco 13510141 Torino Tonadayoga@hotmail.it

CORSI

CORSI - Lo Yoga di Ananda Bhairav

MUSICANDOLO - AUTOMASSAGGIO AYURVEDICO - YOGA TRADIZIONALE - YOGA DINAMICO - YOGA TERZA ETA' - YOGA DELLA MATTONELLA - DRUM YOGA - YOGA DOLCE ATTESA - TAI CHI CHUAN - YOGAFITNESS® - YOGA E AUTOMASSAGGIO - ART INTEGRAL DANCE - NADAYOGA - YOGA E MEDITAZIONE (DHARANA) KIRTAN - CANTO EMOZIONALE VIBRAZIONALE - PERSONAL TRAINING PER TUTTE LE ATTIVITA' PROPOSTE - RIABILITAZIONE PSICHIATRICA

MEDICINA AYURVEDICA

MEDICINA AYURVEDICA - Lo Yoga di Ananda Bhairav

La medicina Ayurvedica è un'antichissima scienza di tradizionale indiana. Per questa medicina vengono usati farmaci, da noi considerati integratori perché di origine vegetale, alimentazione, considerata di per sé un farmaco, il massaggio, con tutte le sue tecniche, e lo Yoga. I farmaci, l'alimentazione e i massaggi devono essere prescritti da un medico ayurvedico, le pratiche Yoga da un insegnante esperto Oltre alle ASANA (posture dello Yoga) possiamo usare anche tecniche di respirazione Pranayama e tecniche di concentrazione, Dharana, per aiutarci nella vita di tutti i giorni. Per le persone che lamentano fastidi di insonnia, ansia e poca capacità di concentrazione possiamo usare tecniche specifiche appartenenti alle categorie di Pranayama e Dharana. La meditazione (Dyana) è uno stato della mente, non è una cosa che si fa, ma che si induce attraverso tecniche di concentrazione (Dharana).

Lo Yoga di Ananda Bhairav